22 novembre 2007

20 novembre 2007

Stanno per arrivare le Stelle di Natale!


È di nuovo tempo di festeggiamenti a Cison di Valmarino. Archiviata come un grande successo (ennesimo per la verità...) l'ultima edizione di Artigianato Vivo, è giunto di nuovo il tempo di ritornare per le strade cisonesi. Fra poco meno di un mese infatti, in occasione del Natale 2007 e per la precisione l'8 e il 9 e il 15 e il 16 dicembre, si svolgerà nel nostro paesucolo (questa volta in una deliziosa versione invernale!) una nuova edizione di Stelle di Natale, manifestazione che vede la partecipazione della pro loco di Cison di Valmarino e dell'associazione culturale La via dei mulini - Mazarol tutti intenti a valorizzare il centro del paese. I seguaci dell'ormai famosissima entità silvana nota con il nome di Mazarol non sono di certo rimasti con le mani in mano in questi mesi autunnali e hanno architettato una serie di "trovate eccezionali" per questo nuovo momento di festa insieme. Tanto per stuzzicare la vostra curiosità di simpatizzanti del Mazarol sappiate che ci saranno proiezioni di film e filmati d'epoca insieme a monologhi teatrali all'interno del piccolo e assai accogliente teatro della Loggia...

Continua (fidatevi)...

11 luglio 2007

Il programma di agosto

Signore e signori simpatizzanti ecco a voi il programma del Mazarol per il prossimo agosto: PROGRAMMA

XXVII RASSEGNA “ARTIGIANATO VIVO” R
CISON DI VALMARINO
Dal 4 al 15 agosto 2007

AL MAZAROL R
Arte e creatività sulle Vie dell’Acqua

Programma del punto “L” – Ex Latteria

Eventi a cura dell’Associazione “La Via dei Mulini”

Associazione La Via dei Mulini – Circolo Culturale Al Mazarol


Sabato 4 agosto

Ore 18.30 - ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Apertura Bancarella del Libro

Ore 19.30 - ex Latteria Osteria con Cucina “Al Mazarol”

Ore 21.00 - ex Latteria – TANGAMENTE in Osteria


Domenica 5 agosto


Ore 11.00 – Atrio del Municipio– Partenza visita guidata lungo la Via dei Mulini

Ore 12.30 – ex Latteria – “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Osteria con Cucina “Al Mazarol” – FRITTURA DI PESCE FRESCO

Ore 15.00 – ex Latteria – Laboratorio di manualità con l’Ass. “Gioca e Crea”:
“Acqua da bere e da giocare”. Il Laboratorio continua presso:
Ore 17.00 – Biblioteca Comunale con Vladimiro Toniello:
“Un viaggio curiosando nel microcosmo dell’acqua” – esperienze al microscopio.
Prenotazione presso la Bancarella del libro (fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Ore 17.00 - La Loggia – Aperitivo in terrazza:
Cristina Munno presenta: “SPOSI, FISARMONICHE E SCARPET”
Cison in un filmato inedito del 1936.
In collaborazione con la Pro Loco di Cison

Ore 18.00 – ex Latteria – Federazione Italiana Dama: partite in simultanea con il
Maestro Renato Meneghin

Ore 21.00 – ex Latteria – Musiche con il trio di Davide Camerin


Lunedì 6 agosto


Ore 15.00 – ex Latteria – Laboratorio di manualità con l’Ass. “Gioca e Crea”:
“Costruiamoci dei fantastici insetti in legno”. Il Laboratorio continua presso:
Ore 17.00 – Biblioteca Comunale con Vladimiro Toniello:
“Un viaggio curiosando nel microcosmo degli insetti” – esperienze al microscopio.
Prenotazione presso la Bancarella del libro (fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Ore 17.00 – ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Osteria con Cucina “Al Mazarol”

Ore 19.30 – La Loggia – Aperitivo in terrazza
“IL RESPIRO DELLE ACQUE”
Recital tratto dal libro di Renzo Franzin
Vibrafono e batteria: Luigi Vitali
Contrabbasso: Nelson Salton
Voce recitante: Sandro Buzzatti
Introduzione di Eriberto Eulisse (Dir. Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua)
In collaborazione con la Pro Loco di Cison

Ore 21.00 – ex Latteria – Musica con i KAVANA


Martedì 7 agosto

Ore 15.00 – ex Latteria – Laboratorio di manualità con l’Ass. “Gioca e Crea”:
“Raccogliamo foglie, cortecce… e imprimiamoli sulla creta”.
Il Laboratorio continua presso:
Ore 17.00 – Biblioteca Comunale con Vladimiro Toniello:
“Un viaggio curiosando nel microcosmo dei vegetali” – esperienze al microscopio.
Prenotazione presso la Bancarella del libro (fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Ore 17.00 – ex Latteria – “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Osteria con Cucina “Al Mazarol” – FRITTURA DI PESCE FRESCO

Ore 20.00 – ex Latteria – WALTZERANDA, suoni della tradizione d’Italia e d’Oltralpe

Ore 21.00 – ex Latteria – A trent’anni dalla sua realizzazione,
proiezione del film MOGLIEAMANTE di Marco Vicario
Presentazione di Luciano De Giusti, docente di Storia del Cinema presso
l’Università di Trieste.


Mercoledì 8 agosto

Ore 17.00 – ex Latteria – “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”

Ore 20.30 – ex Latteria – Osteria con Cucina “Al Mazarol”
SPIEDO, opera dei Maestri Cisonesi

Ore 20.30 – ex Latteria – Proiezione del video “IL BOSCO INCANTATO SULLE VIE DELL’ACQUA” – 2007

Ore 21.30 – ex Latteria – Concerto dei BARBAPEDANA


Giovedì 9 agosto

Ore 17.00 – ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”
Osteria con Cucina “Al Mazarol” – FRITTURA DI PESCE FRESCO

Ore 19.30 – La Loggia – Aperitivo in terrazza
Danilo Gasparini presenta:
“LE CANTINE BRANDOLINI”
XI Quaderno del Mazarol

Ore 21.00 – ex Latteria – Musica Oberkrainer e tradizionale
con la fisarmonica di Antonio Rossi.


Venerdì 10 agosto

Ore 17.00 – ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Osteria con Cucina “Al Mazarol”

Ore 17.30 – ex Latteria – “MUSICARE LA STRADA”: laboratorio-animazione
a cura del Delikatessen Duo.
Costruzione di strumenti musicali realizzati con materiali riciclati.
A conclusione, tutti i bambini sfileranno per le vie del paese, guidati dal grande Maestro fisarmonicista Raspeno Moranti

Ore 18.00 – ex Latteria – Federazione Italiana Dama: partite in simultanea con il
Maestro Renato Meneghin

Ore 21.00 – ex Latteria – Al–ensamble. Alberto Polese quintetto.
Improvvisazioni Jazz su ritmi argentini


Sabato 11 agosto


Ore 17.00 – Ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”
Laboratorio del cuoio … e altro, con “La Zana Goba”
Osteria con Cucina “Al Mazarol” – FRITTURA DI PESCE FRESCO

Ore 18.00 – ex Latteria – Federazione Italiana Dama: partite in simultanea con il
Maestro Renato Meneghin

Ore 18.00 – ex Latteria – Presentazione del libro: “AUGUSTA” Ed. Kellermann
Sarà presente l’Autrice Gabriella Della Colletta.

Ore 21.00 – ex Latteria – Musica con il DELIKATESSEN DUO


Domenica 12 agosto

Ore 10.00 – ex Latteria – Arte e cultura
Bancarella del Libro

Ore 10.30 – Sulle Vie dell’Acqua si gioca tutto il giorno con:
“PERCORSO TRA LE FIABE… E TRA I NIDI”
Informazioni presso la Bancarella del Libro.

Ore 11.00 – Atrio del Municipio– Partenza visita guidata lungo la Via dei Mulini

Ore 12.30 – ex Latteria – Osteria con Cucina “Al Mazarol” – SPIEDO
(si consiglia prenotazione in loco)

Ore 16.00 – ex Latteria – Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”
Laboratorio del cuoio … e altro, con “La Zana Goba”

Ore 18.00 – ex Latteria – Federazione Italiana Dama: partite in simultanea con il
Maestro Renato Meneghin

Ore 18.00 – ex Latteria – Presentazione del Libro “LA GUERRA DI GIOVANNI”
Ed. Biblioteca dell’Immagine.
Sarà presente l’Autore Edoardo Pittalis

Ore 21.00 – ex Latteria – Dalla scena jazzistica romana:
THE NEW MELODY JAZZ QUARTET


Lunedì 13 agosto

Ore 17.00 – ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratorio del cuoio … e altro, con “La Zana Goba”
Osteria con Cucina “Al Mazarol”

Ore 17.00 – La Loggia – II^ Edizione – CORTO DI MESTIERE –
Lavoro etnografia visività. Laboratorio di antropologia visiva.
Intervengono: Daniela Perco (Dir. Museo etnografico Provincia di Belluno),
Danilo Gasparini (Storico dell’Università di Padova)
Francesco De Melis (Antropologo visivo dell’Università di Roma)
In collaborazione con la Pro Loco di Cison

Ore 17.30 – ex Latteria – “MUSICARE LA STRADA”: laboratorio-animazione
a cura del Delikatessen Duo.
Costruzione di strumenti musicali realizzati con materiali riciclati.
A conclusione, tutti i bambini sfileranno per le vie del paese, guidati dal grande Maestro fisarmonicista Raspeno Moranti

Ore 21.00 – ex Latteria – Improvvisazione musicale estemporanea con: G. L. G. – t & f


Martedì 14 agosto

Ore 17.00 – ex Latteria - “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”
Laboratorio del cuoio … e altro, con “La Zana Goba”
Osteria con Cucina “Al Mazarol” – FRITTURA DI PESCE FRESCO

Ore 21.00 – ex Latteria – Musica con i cantastorie “I SGRAFALOPA”


Mercoledì 15 agosto

Ore 10.00 – ex Latteria – “Sulle Vie dell’Acqua col Mazarol”
Arte e cultura
Bancarella del Libro
Laboratorio del cuoio … e altro, con “La Zana Goba”

Ore 12.30 – ex Latteria - Osteria con Cucina “Al Mazarol” – SPIEDO
(si consiglia prenotazione in loco)

Ore 16.00 – ex Latteria – Laboratori Didattici a cura dell’Associazione “Gioca e Crea”

Ore 21.00 – ex Latteria – A trent’anni dalla sua realizzazione,
proiezione del film MOGLIEAMANTE di Marco Vicario

Chiusura della manifestazione con musica popolare.

10 luglio 2007

Attenzione!!!

AVETE PARTECIPATO ALLE NOSTRE FESTE? AVETE PASSEGGIATO LUNGO LA VIA DEI MULINI DI CISON? AVETE FATTO DELLE BELLE FOTO? Perchè non spedirle anche al nostro indirizzo e-mail (mazarol@libero.it), potrebbero finire in questo blog... sarà interessante confrontare i nostri punti di vista...
(se potete mandatecele non troppo 'pesanti')

ARTIGIANATO VIVO

Lo so, nessuno di voi navigatori di questo blog poteva nutrire dei dubbi in proposito, ma ve ne voglio comunque dare una conferma: il programma del Mazarol per la XXVII rassegna "ARTIGIANATO VIVO" è stabilito! E' stata febbrile l'attività dell'associazione per poter 'sfornare' una miriade di piccoli e grandi eventi, nei prossimi giorni se ne darà un'ampia rassegna pure su questo blog.
Per ora è fondamentale che a tutti sia noto che... siamo al punto “L”

Lassù lemme lemme la luna lazzarona, laggiù le liete lanterne lustrano la latteria.
Libertine labbra lanciano leggiadri lamenti leccando lardo.
Le lingue levano lodi, lustrandosi le luculliane letizie: latte, lattughe, lenticchie, lessi, lasagne, luganeghe, lamponi!… lische.
Litri, litri, litri! Liquoroso lavacro, ludica liturgia!
Lallallà, lallallà, liuti lievi lietano luoghi lungo lascivi labirinti.
Leggendari, laboriosi leoni levigano lustre lattine, lavorando laboratori lignei.
Laudano le lettere, leggendo libri, librandosi lassù lungo latitudini lontane…

22 giugno 2007

12 giugno 2007

IL CASO DEI PORCELLI SCOMPARSI

Alla fine, la tanto sospirata pioggia è arrivata.
Non che i corsi d’acqua sembrino essersene giovati un granchè, ma almeno non sono ulteriormente scesi di livello.
Con la pioggia, però, sono accadute cose strane, e a parer mio una delle più strane è la scomparsa di quasi tutti i maialini che se ne stavano, con le loro alucce e la boccuccia impertinente, sospesi sul Rujo all’altezza del mulino di Cencio Ciae.
Non che siano scomparsi tutti insieme, questo no; sono spariti alla spicciolata, a piccoli gruppetti.
Sta però di fatto che su 25 esemplari solo una manciata se ne stanno ancora lì a dondolarsi alla brezza che scende dalla Scaletta, a specchiarsi in modo incerto sull’acqua che scende a valle.
Ora, lungi da chi scrive qualsiasi sentimento di paterna protezione o devota lealtà, o anche solo di pietas, nei confronti dei suddetti suini; elementare senso di giustizia e di verità esige, però, che sulla vicenda venga fatta luce. Non fosse che per evitare il ripetersi, in futuro, di simili situazioni (e sempre che una volta fatta luce non si scopra che dette situazioni non avevano, poi, alcunchè di negativo).
Sicuro che pur in questi tempi oscuri tali esigenze di verità e giustizia albergano ancora nell’animo di alcuni, nel pubblicare il seguente (breve) compendiario di ipotesi mi rivolgo quindi a costoro per esortare mutua assistenza in questa che si prospetta come un’indagine di non facile soluzione.
Di seguito alcune di tali ipotesi, credo fra le meno inverosimili, meritevoli di approfondimento.
Qualsiasi ulteriore teoria e qualsiasi riscontro sul campo (avvistamenti, testimonianze riferite, dati pertinenti alla ricerca, ecc.) sono benvenuti e, con rispetto, sollecitati. Grazie per il contributo.

A) I maiali sono stati, contro la loro volontà, portati via. In questo caso:
a1) sono finiti in ambigue macellerie, site in una zona grigia della distribuzione alimentare fra la vendita di pollame e volatili (ricordiamo che i porci avevano le ali) e quella di suini propriamente detta;
a2) sono stati trattenuti presso famiglie (facoltose o meno, ciò è da appurare), presumibilmente in funzione di animali di compagnia;
a3) la loro forma ha indotto alcune spie industriali giapponesi ad impossessarsene per studiare il modo di ottenere prodotti facilmente stivabili in container e, quindi, con più profitto trasportabili;
a4) qualche appassionato di letteratura erotica ha deciso di appropriarsi dei porci con le ali. Dati alcuni particolari, come la forma della bocca di questi, fanno immaginare un uso inconfessabile dei summenzionati maialini.

B) I porcelli si sono, di propria sponte, allontanati. In questo caso:
b1) una volta liberi, si sono ritrovati nel bosco a calcare le orme del Mazarol. A questo punto, come tutti sanno, ciò dovrebbe averli perduti per sempre;
b2) si sono lasciati cadere sul Rujo per una crociera, intenzionale o meno che fosse. Analizzando il percorso (Rujo, Soligo, Piave, Adriatico) e la direzione e la velocità media delle correnti, alla presente data (10\06\07) dovrebbero essere, più o meno, appena oltre Capo d’Otranto, quindi già nello Ionio. Questo, naturalmente, semprechè non siano rimasti impigliati in canneti fluviali, reti lagunari, becchi di magoghe (gabbiani reali) o denti di pantegana, o ancora reti a strascico;
b3) si sono dispersi prima per il bosco, e poi per il mondo. In questo caso avremmo ormai una ragnatela di destini individuali difficile, se pur non impossibile se con profusione di volontà, energia e mezzi, da seguire;
b4) sono nascosti da qualche parte, insieme, forse con inquietanti intenti cospirativi.


Gatto Mannaro

1 giugno 2007

18 maggio 2007

Nuovi eventi in arrivo!

Archiviati con successo la festa e gli eventi del 25 aprile c'è chi già pensa alle prossime occasioni di baldoria! La fatidica data del solstizio d'estate è oramai vicina e come molti sanno neppure quell'occasione viene tralasciata da Mazarol e soci... Per ora vi basti sapere che si pensa alla data del 23 giugno. Nella serata, verso i monti, tra fuochi, scope e misteriosi riti magici alcune streghe danzeranno al chiarore della luna... e che luna!

29 aprile 2007

La Festa è continuata!...

C’è poco da fare, la nostra festa funziona! Anche in questa edizione 2007 il numero delle presenze è stato notevole. Basta dare un’occhiata al prato del Mazarol fotografato lo scorso 25 aprile per rendersene conto…

Un luogo in cui è possibile trovare buone cose da mangiare, in cui si può ascoltare dell’ottima musica (hanno suonato i BARBAPEDANA, altro che scherzi…), dove si può assistere in diretta alla creazione di opere d’arte…


Per non parlare delle meraviglie del bosco dove dietro ad ogni angolo si può trovare una sorpresa come le installazioni dell’Istituto d’arte oppure spettacoli musicali (il Juke Bosc…) o di burattini (il Turiglio)...


Naturalmente queste sono solo alcune delle immagini e delle suggestioni di quel giorno, ne seguiranno altre, abbiate fede... Grazie a tutti quelli che hanno collaborato per la realizzazione dell'evento!

CONTINUA...

23 aprile 2007

La Festa è cominciata!

La giornata di ieri ha dato inizio all'edizione del 2007 della nostra festa. Il clima era praticamente perfetto, e come al solito le iniziative sono state molte... ecco alcune foto:

Il Blog del Sol Levante. Suoni e rumori della natura. Flauti indiani, campane tubolari e percussioni.
I suonatori e l'intrepido pubblico che ha raggiunto il Rifugio dei Loff alle 6 di mattina per ascoltarli...



Gli ospiti degli Istituti San Gregorio di Valdobbiadene e la Primavera in musica sul prato del Mazarol ai piedi delle nostre montagne.

Una delle installazioni curate dall'Istituto d’Arte statale Cordenons poste lungo la Via dell'Acqua.



IV simposio di scultura su legno. Uno degli scultori all'opera.

Cari amici, ricordate che questo è stato lo sfolgorante inizio di questa decima edizione del BOSCO INCANTATO SULLE VIE DELL’ACQUA, vi attendiamo in massa anche domani con moltissime altre iniziative, eventi e spettacoli.

21 aprile 2007

Il momento è giunto

Fra poche ore si parte!
Saranno ore piccole per chi non resiste al richiamo della Montagna (le 6 di mattina!) ma vuoi mettere: vedere l'alba dal Rifugio dei Loff con un'adeguata colonna sonora creata ad hoc...
Ma niente paura, chi preferirà dormire più a lungo potrà rifarsi più a valle perchè alle 10 presso il Municipio di Cison verrà presentato il nuovo depliant su “Il Rujo tra Natura, Arte e Creatività”.
Poi, come in una giostra si potrà salire ancora verso l'alto per raggiungere il prato del Mazarol accompagnati da una cornamusa... Lì si potranno trovare, come è tradizione Arte, Poesia, Musica e Cibo...
Non finisce qui perchè i boschi riservano sempre delle sorprese... salendo ancora, lungo la via si può giungere fino alla Valle di S. Daniele, anche lì ci sarà cibo e musica dal vivo.
E' evidente: domani non potete perdervi la "festa cisonese di primavera".

(per il programma completo -->PROGRAMMA)

2 aprile 2007

Scultura sulla Via dell'Acqua

Alcune righe fa si diceva che una delle attrattive del percorso cisonese che segue il Rujo è senza ombra di dubbio la possibilità di incontrare la silenziosa presenza di immagini e personaggi lungo la via. Sì perché ormai da alcuni anni (siamo giunti alla quarta edizione) qui a Cison di Valmarino alla festa del 25 aprile si associa un simposio di scultura lignea, occasione che in questi anni ha fatto nascere numerose opere che, per l’appunto, sono state poste lungo la Via dell’Acqua.


Il nostro invito è dunque quello di non lasciarvi sfuggire l’occasione, una ragione in più per partecipare alla nostra festa, e di venire ad osservare GLI SCULTORI DAL VIVO dal 22 al 25 aprile presso il prato del Mazarol (si potrà assistere alla realizzazione delle opere dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00). In questa nuova edizione del 2007 parteciperanno i seguenti artisti:

Frà Gianni Bordin – Villafranca (VR)

Lino Fiorentin – Venegazzù (TV)

Arianna Gasperina – Valvasone (PN)

Beppino Lorenzet – Carve di Mel (BL)

Roberto Merotto – Falzè di Piave (TV)


Vi attendiamo con ansia, cari amici!

19 marzo 2007

Ormai è tutto pronto!

CISON DI VALMARINO
22 e 25 APRILE 2007
IL BOSCO INCANTATO SULLE VIE DELL’ACQUA
(Musica – Teatro – Poesia e Arti varie)





Organizzazione: U.S. Cisonese - Ass. Cult. La Via dei Mulini - Ass. Cult. “ Al Mazarol”
Patrocinio: Comunita’ Montana delle Prealpi Trevigiane - Comune di Cison di Valmarino - Pro Loco Cison di Valmarino.


Per il decimo anno, l’Associazione “La Via dei Mulini” e il Circolo Culturale “Al Mazarol”, propongono una Manifestazione a cui partecipano Scuole, Associazioni, Artisti e Creativi. L’appuntamento, che si terrà il 22 e 25 aprile 2007, è reso possibile grazie allo spirito di collaborazione gratuita e al forte impegno solidale di tante persone. L’iniziativa infatti vede impegnati Gruppi ed Enti che operano nell’ambito della inabilità e del disagio. Saranno COLORI, PAROLE e MUSICA in un contesto naturale unico per la sua specificità… Le giornate si svolgeranno in un ambiente rinnovato con passerelle che l’Associazione la Via dei Mulini, nei mesi invernali, ha sostituito ed abbellito creando le condizioni per un magico percorso tra storia e natura dove chi ha gli occhi per vedere può incontrare il Mazarol…
Anche quest’anno il Bosco Incantato presenta, dal 22 al 25 aprile, il 4° simposio di scultura lignea.

Da domenica 22 aprile sarà inoltre possibile ammirare le sculture situate lungo il percorso e riproposte in uno specifico depliant (Natura, Arte e Creatività), che illustra le opere degli artisti che hanno aderito a questa eccezionale e particolare Mostra a cielo aperto.
Il sole di primavera, i “bujon” di roccia ed acqua, il profumo degli alberi, i vecchi mulini, le fantasie colorate e la magia del bosco vi accoglieranno per due giornate di sogno…
Associazione Culturale La Via dei Mulini e Circolo Culturale Al Mazarol

PARTECIPANO ALLA MANIFESTAZIONE:
CEOD “Il Germoglio” Ponte della Priula - CEOD “Soligo” Soligo – CEOD “Città di Conegliano” Conegliano – CEOD “Don Gnocchi” San Vendemiano – CEOD “Al colle” S. Martino di Colle Umberto – Centro Riabilitativo “Casa Bianca” Soligo e Associazione Raggio di Luna – COOP Fenderl Vittorio Veneto – Istituti di Soggiorno per Anziani “S. Gregorio” Valdobbiadene – Istituto “Padre Pio” Tarzo – Alternativa Coop. Sociale Vascon – “La Casa di Alice” Centro infanzia Cornuda – Associazione Comunità giovanile e SER.T., Azienda Ulss 7 – Scuola Elementare Cison di Valmarino – Istituto d’Arte statale Cordenons – Accademia Belle Arti Venezia – Coop. Sociale “Strade Verdi – GreenRoads” – Associazione umanitaria Zikomo – Associazione Emergency – Associazione culturale “Il giardino dei semplici” – Scuola ValmarenoSHOTOkai – Associazione Gioca e Crea – Associazione Viezzer Soligo.
Allestimenti artistici: Claudio D’Andrea – Mirca e Catia Puppetti.
Gruppo Scultori Lignei: Frà Gianni Bordin, Lino Fiorentin, Arianna Gasperina, Beppino Lorenzet, Roberto Merotto.

L’ORGANIZZAZIONE DECLINA QUALSIASI RESPONSABILITA’ PER EVENTUALI DANNI A PERSONE E COSE NEL CORSO DELLA MANIFESTAZIONE. SI CONSIGLIANO ABITI E CALZATURE ADEGUATE PER UNA PASSEGGIATA NEL BOSCO.

PUNTI DI RISTORO (aperti tutta la giornata)
A metà percorso area pic-nic “Al Mazarol”.
Alla fine del percorso in loc. Valle di San Daniele, stand enogastronomico al coperto gestito dall’U.S. Cisonese.




PROGRAMMA

22 aprile 2007

RIFUGIO DEI LOFF
Ore 6.00 – CONCERTO ALL’ALBA GUARDANDO IL SOLE.
Il Blog del Sol Levante. Suoni e rumori della natura.
Flauti indiani, campane tubolari e percussioni.

Si consiglia di arrivare in macchina via S. Boldo, al parcheggio vicino a Malga Campo (880 m.) e prendere il sentiero n. 991 per poter essere alle ore 6.00 al Rifugio dei Loff (1100 m.).

PIAZZA ROMA
Ore 10.00 – Atrio del Municipio: presentazione del depliant “Il Rujo tra Natura, Arte e Creatività”.
I presenti verranno poi accompagnati al prato del Mazarol, dalla cornamusa di Zan Chitarin (con il rischio di essere colà sedotti e abbandonati).

PRATO DEL MAZAROL
Ore 12.30 – grigliata area pic nic Al Mazarol.
Ore 14.00 – Gli ospiti degli Istituti San Gregorio di Valdobbiadene presentano:
Primavera in musica.
Ore 15.00 – Federica Basso esegue, alla chitarra classica, musiche di: Bach, Giuliani, Sor e
Villa-Lobos.
Ore 16.00 – Il Centro riabilitativo Casa Bianca e l’Ass. Raggio di Luna presentano: “Percorsi tra
follia e poesia”. Al mandolino il dott. Artemisio Gavioli.

VALLE DI SAN DANIELE
Ore 12.30 – grigliata presso lo stand enogastronomico.
Ore 14.30 – Tony Bressan Group – musica dal vivo.

UN GRAZIE PARTICOLARE PER LA DISPONIBILITA’ E LA PAZIENZA DIMOSTRATA DA QUANTI (PROPRIETARI E CONFINANTI) HANNO PERMESSO L’USO DEGLI SPAZI IN CUI SI SVOLGE LA MANIFESTAZIONE.
L’ASSOCIAZIONE LA VIA DEI MULINI, SI SCUSA FIN D’ORA PER I POSSIBILI DISAGI CHE L’INIZIATIVA POTRA’ ARRECARE ALLE PERSONE RESIDENTI.

Un grazie inoltre al Centro riabilitativo Casa Bianca e Ass. Raggio di Luna, per la continua e presente attenzione alle nostre iniziative.





25 aprile 2007

IL BOSCO INCANTATO SULLE VIE DELL’ACQUA

PRATO DEL MAZAROL
Ore 12.30 – spiedo area pic nic Al Mazarol – (si consiglia la prenotazione in loco).
Ore 14.30 – Concerto dei BARBAPEDANA.

LUNGO IL PERCORSO:
Improvvirusoundexperience “in spezzato”: il collettivo continua gli incontri/scontri fra musicisti, replicando piccoli organici di due o tre esecutori fluttuanti e flessibili.

Ensamble spettacoli itineranti:

Canti popolari con “I Cantori da filò”.
Luca Carrara – Vibrafono.
Riccardo Casagrande – Flauti.
Federica Basso – Chitarra classica.
“Poesie tra le foglie…” Renzo Seffino offrirà poesie ai visitatori.
Esposizione VI° concorso poesia dialettale “Poesie par strada”.
La Federazione Italiana Dama: partite in simultanea con Maestro.
Ex Latteria – L’Associazione Il Giardino dei Semplici presenta: “Il Prato è servito” (per conoscere
e gustare le erbe spontanee… e non solo).

Mulino Fiorin - Chiara, Daniela, Francesca e Roberto: “C’era una volta… ti racconto una fiaba”.

Rudere Fabrica dei capei – Il Juke Bosc – Canzoni d’autore a richiesta con Davide Camerin,
Iseo Pin e Giulio Tonon.

Prato Baita S. Daniele – Coop. Soc. “Strade verdi – Green/Roads”: presentazione Progetto e
Laboratorio Aquiloni.

Ore 14.00 – Sotto il Grande Faggio – “L’Oca Genoveffa e la torta di cioccolato”. (Fiaba musicata)
Maura Nadalin: voce narrante
Timoteo Eronia: contrabbasso
Nadia Ciprian: flauto

Ore 14.30 - Al Bujon del Gal – la Compagnia del Turiglio presenta: “Tut iuta”
Farsa medievale per burattini.

Ore 16.00 – Prato Baita S. Daniele – Scuola ValmarenoSHOTOkai: dimostrazione di karate.
Istruttore Oscar Gregori.

VALLE DI SAN DANIELE:
ore 11.30: Santa Messa nella chiesetta di San Marco
ore 12.30: spiedo presso lo stand enogastronomico (su prenotazione: 0438/975214 – 348/5163990)
ore 14.00: concerto della Banda Musicale di Cison.
A seguire: musica del Salento con i Marapedia

PIAZZA ROMA:
Sul far della sera: spettacolo di taranta con i Marapedia.




IN CASO DI MALTEMPO LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERA’ DOMENICA 29 APRILE 2007




E inoltre vi aspettiamo in occasione del solstizio d’estate, sabato 23 giugno dalle ore 21.00 sul Pra’ del Mazarol “A Spetar le Strighe”, quando il sole tocca il primo punto del tropico del Cancro, sua massima elevazione boreale, sì che cessa di alzarsi sulla linea dell’equatore per iniziare il suo moto di discesa…

17 marzo 2007

Una passeggiata sulla Via dell'Acqua...

Perchè mai così tante persone decidono di camminare ogni fine settimana sui sentieri della Via dell'Acqua cisonese? La risposta è facile, basta solamente dare un'occhiata a queste foto per capire che ci sono molte cose da vedere e da assaporare... Prima di tutto la possibilità di ascoltare il suono delle acque ruscellanti del Rujo che scorre e saltella in mezzo ad alberi e pietre. Ad attrarre i visitatori è senza dubbio anche la possibilità di attraversare con i propri passi verdi praticelli e boschetti percorrendo il sentiero che si inerpica gradualmente verso le montagne di Cison. Al di là dei piacevoli elementi naturali non va trascurata la presenza del lavoro dell'uomo che si manifesta con il sistema di canalette e di salti capace di azionare ruote e mulini e che in parte si può ammirare ancora oggi. Ma non è tutto. Perchè ormai da tempo a tutte queste cose è associata anche l'espressione artistica e passeggiando accanto al Rujo ci si accorge facilmente di ciò... Sono molti infatti gli artisti che sono stati ispirati dalla magia del luogo e che hanno creato opere uniche le quali sono poi ritornate nei loro luoghi d'origine... sono state infatti poste proprio accanto alla Via dell'Acqua.


Questo è quel che si può scoprire e ammirare normalmente durante tutto l'anno, figuratevi cosa salta fuori nei giorni di festa!

CONTINUA...

11 marzo 2007

DECIMA EDIZIONE :IL BOSCO INCANTATO SULLE VIE DELL’ACQUA

La decima edizione del “Bosco Incantato sulle Vie dell’Acqua” inizierà domenica 22 Aprile con l’ormai tradizionale concerto all’alba al Rifugio dei Loff e con il quarto simposio di scultura lignea.

Proseguirà nella mattinata con la presentazione, nell’atrio del Municipio, dell’opuscolo “Natura Arte e Creatività sulle Vie dell’ Acqua” dedicato alle opere degli scultori su legno già collocate lungo il percorso come segno di continuità fra ambiente e creatività umana.

Ovviamente non mancheranno gli spazi enogastronomici contornati da spettacoli e concerti...

MERCOLEDI 25 APRILE
Il programma che accoglierà i visitatori è molto ricco di eventi , si va dagli spettacoli organizzati dagli ospiti delle case di riposo, degli istituti della zona e dalle scuole, alle esibizioni di musicisti di varie tendenze, dalla musica classica a quella popolare, dal jazz al pop. Lungo il percorso la musica sarà sempre una costante, vista la presenza di numerosi artisti capaci di improvvisare una “ colonna sonora “ che accompagni gli ospiti nella passeggiata. Ovviamente non potrà mancare “la poesia tra le foglie” lette dal poeta Renzo. Ci saranno iniziative per i più piccoli come la fiaba musicata , i burattini medioevali e la lettura di numerose fiabe animate. La tecnologia sarà poi al servizio dei nostalgici del mai dimenticato “juke box” grazie ad essa potranno utilizzare il ”juke bosc” scatola magica che contiene circa duecento canzoni eseguite dal vivo a richiesta ….un autentico miracolo tecnologico!
Non mancherà la Banda Musicale di Cison con la sua allegria. Inoltre, presso la ex latteria, promosso dal “Il Giardino dei Semplici”, avrà luogo l’incontro “IL PRATO È SERVITO”( per conoscere e gustare le erbe spontanee …e non solo) .
Anche per gustare gli SPIEDI si hanno più possibilità: all’ora di pranzo sul prato del Mazarol con a ruota il concerto dei “BARBAPEDANA” ; oppure, sempre all’ora di pranzo, in valle San Daniele (consigliata la prenotazione) con successivo spettacolo musicale dei “MARAPEDIA”
Sul far della sera la manifestazione si concluderà in piazza con uno spettacolo di “TARANTA” una espressione artistica con grande capacità di coinvolgimento.

Vi aspettiamo in tanti e… speriamo nel bel tempo…

Cogliamo l’occasione per ringraziare in modo particolare proprietari e confinanti per la loro disponibilità e pazienza.

Tra qualche giorno potrete trovare il programma completo nei locali pubblici, nel nostro sito www.mazarol.it e in questo blog.

ELETTO IL NUOVO DIRETTIVO DELL’ASSOCIAZIONE “LA VIA DEI MULINI”

Il 17 febbraio 2007 l’assemblea degli associati de “La Via dei Mulini” ha eletto il nuovo consiglio direttivo per il triennio 2007-2009. Il nuovo direttivo, composto da nove membri, presenta numerose riconferme e qualche novità.

Confermati nella loro carica risultano: Marisa De Luca, Alfonso Munno, Mara Possamai, Paola De Biasi, Vincenzo Casagrande, Costantino Salton, Roberto Lovat. I nuovi entrati sono Matteo Buffon e Ivo Possamai.

Marisa De Luca è stata riconfermata presidente dell’associazione.

Al nuovo direttivo il compito di sostenere il programma di sviluppo dell’attività dell’associazione. Gli ultimi due esercizi sociali sono stati dedicati alla cura ed alla messa in sicurezza della Via dei Mulini, con un importante impegno finanziario e di lavoro volontario. I prossimi esercizi vedranno l’associazione sostenere con convinzione il progetto di rendere agibile il percorso alle persone diversamente abili, e la valorizzazione storico-ambientale del luogo. Queste iniziative vedono oggi anche il sostegno e l’impegno dell’Amministrazione Comunale.

9 marzo 2007


Ecco i luoghi in cui si svolgerà tutta la faccenda...

Ci siamo quasi!

Cari amici, ancora un po' di pazienza e saprete tutto quel che c'è da sapere sulla ormai prossima festa del 25 aprile. I "saggi" della mirabile associazione con la loro classica cura stanno ultimando la scaletta degli appuntamenti e degli eventi della "festa di primavera" sulla via dell'acqua... presto su queste pagine troverete gli aggiornamenti che attendete con ansia!

24 febbraio 2007

Mazariol

Ormai è evidente: in questo mondo globalizzato le idee circolano. In realtà, da sempre le idee hanno circolato e anche i personaggi della tradizione popolare. Prova ne è la vicenda notissima del Mazarol, la sfuggente entità silvana che questo blog cerca di seguire nelle sue peregrinazioni. Neppure gli artisti sembrano resistere al fascino del misterioso personaggio dei boschi ed ecco che qualcuno ha addirittura scritto una canzone su di lui, come Davide Camerin.
Ecco l’introduzione al brano scritta dal buon Davide Camerin stesso, il creatore di quello che è divenuto un vero e proprio “inno del Mazarol”…


“Nei tempi antichi viveva, nei boschi più fitti e inaccessibili e nelle vallate più impervie, un omino piccolo come un folletto, chiamato Mazarol.
Era un omino che viveva nei boschi, dove si nascondeva facilmente nonostante il suo vestito rosso sgargiante. Si spostava correndo da un luogo all'altro con incredibile velocità. Era vestito tutto di rosso, compreso il cappuccio e le scarpe a punta, a volte aveva barba e capelli lunghi e aggrovigliati ed un viso grinzoso e dispettoso. Abitava in ampi covoli ed era così schivo che si teneva lontano da ogni contatto con l'uomo.
Una brutta avventura correva colui che inavvertitamente posava il piede dove il Mazarol aveva lasciato le sue pèche (orme); il malcapitato era costretto per magia a seguirle e a perdersi per qualche giorno nei luoghi più remoti. Una volta una bimbetta pestò le orme del Mazarol e dovette girovagare per giorni e notti, su e giù per le rocce scoscese. Alla fine vide un braccio che le faceva cenno di entrare in una grotta. Lei, poveretta, non aveva la forza di scappare, per cui dovette entrare: lì c'era il Mazarol che dava il sale rosso alle capre. Appena la vide, le porse un zoccolo di mucca pieno di latte e le insegnò a fare il burro, il formaggio e la ricotta (in fondo era un buon diavolo).
Per estensione, nel corso delle generazioni, il folletto era poi diventato lo spauracchio preferito dalle madri, per far sì che i ragazzi tornassero a casa presto la sera.
Nella mia canzone ho spogliato il folletto della sua parte mitica (e se vogliamo poetica), e l’ho collocato in un periodo compreso tra le due guerre, ambientando la storia nella zona in cui vivo (dove lo chiamiamo Mazariol).
Tratto dai racconti di mia nonna, Ammirabile Manente.”



EL MAZARIOL
(di Davide Camerin)

Torna prima de sera se ben te ne vol
torna prima de not fora l’è ‘l Mazariol
Torna prima de sera se ben te me vol
torna casa bonora che fora l’è el diol

Dentro in tee ziese lu ‘l sta ben scondest
‘l ciapa tosat e tose e li mete in te un zest
dentro in tee ziese lu ‘l sta ben scondest
dentro in te tute e ziese lu ‘l sta ben scondest

‘tenta al Mazariol

Fora co ‘l to moros sta pur via tut al dì
fora l’è fora el sol e contenta son mi
fora l’è fora el sol e anca ‘l diavol al dorme
co’l scuro ‘l te vanta che no te te incorde

‘tenta al Mazariol

Aa sagra to pare no ‘l voea farte ‘ndar
che i doveni al dì de inquò no i a altro da far
che i doveni al dì de inquò no i sta fermi co ‘e man
A Vodega to pare no ‘l voea farte ‘ndar

‘tenta al Mazariol

Torna prima de sera se ben te ne vol
torna no sta star fora che l’è ‘l Mazariol
Ma se te resta fora vien dentro pian pian
te speta to pare e un bel pasamàn

(settembre 1996)


Appena il redattore di questo blog avrà imparato come diavolo si fa, verrà inserito qui il file musicale del brano. Abbiate fiducia.

9 febbraio 2007

aggiornamenti sulla festa del 25 aprile

Ebbene sì, è confermata la presenza dei BARBAPEDANA per il 25 aprile! In questo periodo i "saggi" della multiforme associazione Mazarol-Via dei Mulini stanno lavorando alacremente per la stesura del calendario di tutti gli eventi della sempre più prossima manifestazione Sulla Via dell'Acqua, pareciarse...